Soluzioni Infrastructure Management Software Configuration

ASSUMERE IL PIENO CONTROLLO SULLE CONFIGURAZIONI SOFTWARE

Infrastructure Management Software ConfigurationDa molti anni le aziende vivono lo stesso problema: quello di assumere il pieno controllo dei loro sistemi IT, acquisendo una conoscenza dettagliata delle configurazioni delle risorse tecnologiche.

La crescita esponenziale del numero delle risorse, la loro eterogeneità, la riduzione del loro ciclo di vita, la complessità delle architetture software, i continui aggiornamenti, lo scarso livello di standardizzazione introdotto dai fornitori sono tutti elementi che tendono a complicare notevolmente lo scenario tecnologico, rendendolo di fatto ingovernabile.

Per avere un esempio di questa complessità basta fare riferimento ai nomi dei prodotti. Adobe Reader, uno dei prodotti di punta della Adobe e molto diffuso, in una versione assume il nome di Adobe Reader, in un’altra assume il nome di Adobe Acrobat Reaader, in un’altra ancora assume il nome di Acrobat. Tutto ciò rende molto complesso avere una visione completa e dettagliata circa le configurazioni dei sistemi, gestendo ad esempio le politiche di “versioning” che hanno un forte impatto sulle spese relative alle licenze software.

Molti passi sono stati fatti in questa direzione, ma nonostante l’evoluzione dei sistemi di Asset Management e i consistenti investimenti effettuati, il problema non è stato ancora risolto. Le organizzazioni IT, attraverso le tecniche di discovery delle configurazioni hardware e software, hanno acquisito in questi anni una quantità enorme di dati, i quali risultano spesso incompleti e inconsistenti e quindi di fatto scarsamente utilizzabili in una strategia di reale controllo.

La mancanza di un pieno controllo sulle configurazioni dei sistemi presenti in azienda comporta difficoltà di carattere gestionale, rischi di business e spreco di risorse economiche.

LE SOLUZIONI BDNA

Rispetto a questa specifica tematica, il Gruppo Daman distribuisce in Italia le soluzioni BDNA, in grado di garantire un pieno controllo sulle configurazioni dei sistemi presenti in azienda, applicando a tutte le risorse tecnologiche, eterogenee per natura, un linguaggio comune di interpretazione.

Le soluzioni BDNA sono in grado di normalizzare le informazioni presenti nei sistemi di Asset Management e nelle piattaforme di CMDB implementati in azienda, aggiungendo informazioni essenziali per riportare le risorse software sotto controllo.

La componente strategica dell’architettura è rappresentata da BDNA Technopedia, il più vasto catalogo di prodotti IT presente sul mercato. Basato su oltre 6 anni di continui arricchimenti, questo catalogo è costituito oggi da oltre 1 milione di prodotti hardware e software, per un totale di oltre 40 milioni di dati elementari.

Un ruolo altrettanto importante viene esercitato dalla componente BDNA Technopedia Normalize, che consente di “raffinare” i dati presenti nei sistemi di Asset Management già esistenti in azienda, per poi razionalizzarli ed arricchirli con i dati ausiliari di Technopedia.

Attraverso la componente BDNA Technopedia Normalize for Purchase Orders è anche possibile governare la spesa IT e ridurre i rischi connessi con i processi di audit.

Le soluzioni BDNA si completano con la componente BDNA Technopedia Discovery, in grado di effettuare il discovery di oltre 1 milione di tipologie di prodotti hardware e software, sia fisici sia virtuali, utilizzando un tecnica di tipo agentless.

Argomenti correlati
Infrastructure Management
BDNA